AIO CAGLIARI   –   21 GENNAIO 2017 – LA GESTIONE DEL PAZIENTE ONCOLOGICO IN ODONTOIATRIA. I RIMEDI FLOREALI DEL DOTT. BACH E LA LORO UTILITÀ IN ODONTOIATRIA

ABSTRACT:
Nel corso della giornata impareremo a conoscere i 38 fiori, la preparazione della miscela e come si utilizzano. Inoltre, prepareremo una boccetta di rimedio per noi al fine di sperimentarne in prima persona l’efficacia e di conseguenza poter rafforzare la nostra motivazione all’utilizzo. La patologia tumorale rappresenta una patologia in crescita che ci costringe a considerare la necessit‡ di un approccio Odontoiatrico specifico e adeguato nei confronti dei pazienti che si trovano ad affrontare un percorso difficile, impegnativo ed estremamente sofferto anche nel periodo di trattamento della malattia. La bocca Ë il primo tratto dell’apparato digerente quindi soggetto all’azione diretta dei chemioterapici. E’ necessario operare delle scelte terapeutiche corrette  nei pazienti oncologici sia nella fase che precede l’inizio delle terapie sia durante la fase attiva dei trattamenti ma anche  nelle fasi successive. L’odontoiatra puÚ diventare un importante supporto per questi pazienti . Una mancata valutazione o una valutazione non corretta delle condizioni del cavo orale puÚ determinare l’interruzione del trattamento chemioterapico e invalidare il protocollo terapeutico.  In quanto operatori sanitari siamo anche chiamati ad esercitare un ruolo fondamentale in qualit‡àdi  educatori per la prevenzione primaria della patologia tumorale (educazione alimentare e delle abitudini di vita) e per il trattamento di quelle patologie che derivano secondariamente alle terapie e che possono interessare nello specifico anche  il cavo orale. Oltre ad imparare a sviluppare un corretto approccio per l’esame  odontoiatrico dei pazienti oncologici dedicheremo la giornata a capire come sia importante avere uno stile di vita sano a partire da un giusto  utilizzo del  cibo, prima medicina per il nostro corpo. Capiremo  come l’ambiente influisce sullo sviluppo della patologia e  come il pensiero influenza il DNA e ogni singola cellula aprendoci alla nuova frontiera della medicina: la Psiconeuroendocrinoimmunologia. Dalla visione Newtoniana a quella Quantistica fino a valutare  nuovi approcci terapeutici :MBSR e PSYCH-KÆ.  Al termine  una sessione  verr‡àdedicata all’esecuzione di esercizi pratici. I rimedi floreali del dott. Bach e la loro utilit‡ in odontoiatria. Il dott. Edward Bach, vissuto all’inizio del secolo scorso, dedicò buona parte della sua vita a cercare un metodo semplice di autoguarigione accessibile a tutti. Egli era fermamente convinto che le emozioni fossero l’elemento che determinava come, a contatto con uno stesso agente patogeno, certi individui si ammalassero e altri no. Fece quindi studi e ricerche volte a trovare dei rimedi curativi che agissero dolcemente armonizzando la persona nel suo insieme. Dopo anni di studi, passando dalla medicina tradizionale all’omeopatia e allo studio delle erbe, ottenendo dei buoni riscontri terapeutici e accettazione da parte della classe medica dell’epoca, approdÚ allo studio dei fiori che egli riconobbe come i rimedi pi˘ puri, rappresentando infatti la massima espressione della vitalit‡ della pianta; da questi ne trasse i 38 rimedi floreali alla base del suo metodo. Dai tempi del dott. Bach Ë passato un secolo e sono cambiati i fattori ambientali, lo stile di vita e anche le malattie, tuttavia il metodo rimane attualissimo perchÈ, anche se le circostanze sono cambiate, le emozioni dell’uomo sono sempre le stesse. I rimedi floreali non curano direttamente le malattie a livello fisico ma ripristinano una condizione mentale di armonia, grazie alla quale le naturali difese dell’organismo possono svolgere pi˘ efficacemente il proprio compito. La moderna medicina psicosomatica a distanza di tanti anni afferma esattamente il medesimo assioma e cioË che i disturbi fisici hanno origine da disagi interiori che si ripercuotono sul corpo.Conoscere e utilizzare il metodo su noi stessi e sui nostri pazienti dar‡ una svolta alla nostra vita quotidiana. Infatti, tutti abbiamo esperienza di come sia pi˘ facile, a parit‡ di prestazione, l’esecuzione su un paziente emotivamente equilibrato piuttosto che su un paziente stressato e carico di emozioni negative; tutti abbiamo esperienza di come sia pi˘ facile per noi affrontare e risolvere qualsiasi problema quando siamo sereni e positivi. L’emozione negativa pi˘ frequente che capeggia nei nostri studi Ë la paura. Dai rimedi floreali possiamo avere un grande aiuto per contrastarla migliorando la relazione tra noi e il nostro paziente in un percorso di prevenzione oltre che di cura.

DOTTORESSA SOLINAS MARIA TERESA:
Laureata presso l’Universit‡ degli Studi di Cagliari in Odontoiatria e Protesi Dentale nell’anno 1984, 110/110 cum laude e riconoscimento speciale. Esercita la libera professione dal 1985 dedicata a una visione totale della salute del paziente.
Corsi di perfezionamento:
Implantologia presso l’Universit‡ di Cagliari; Implantologia presso la clinica del Prof. Ulisse Tavarez di San Paolo, Brasile; Omeopatia integrata; B.F.R.P. Bach Foundation Registered Pratictioner.

DOTTORESSA GHIGINO NICOLETTA:
Odontoiatra, Parodontologa. Laureata con Lode nel 1990 in Odontoiatria e Protesi Dentaria  presso l’ Universit‡  degli Studi di Cagliari discutendo la tesi sulla Diagnosi delle  Disfunzioni Cranio Cervico Mandibolari, nello stesso anno frequenta, presso l’Universit‡ di Torino, il reparto di Professor  Franco Mongini affiancandolo nella pratica clinica della diagnosi e trattamento delle problematiche dell’A.T.M. Nel 1992 si specializza presso la New York University  in  Chirurgia Parodontale . Nel 1994 frequenta presso la facolt‡ di Odontoiatria dell’Universit‡ degli studi di Cagliari il corso di perfezionamento sulle disfunzioni Cranio Cervico mandibolari svolgendo attivit‡ clinica diretta nel reparto. E’ Coautrice di due pubblicazioni sull’argomento. Dal 1993 esercita la libera professione a Cagliari  dedicandosi prevalentemente alla diagnosi e alla terapia delle problematiche Parodontali e dell’Articolazione Temporomandibolare collaborando per il trattamento di queste ultime con un Osteopata. Negli anni ha portato  avanti un programma di lavoro e aggiornamento continuo a livello nazionale e internazionale  in materia Parodontale e Disfunzionale dell’articolazione Temporo mandibolare con la frequentazione  di  corsi teorici e  pratici. Dal 2001 esegue interventi di microchirurgia parodontale con l’ausilio del microscopio operatorio. Nel 2015 frequenta un corso di Maindfullness base stress redaction con un istruttore accreditato. Nel 2016 frequenta il corso di Psych-K di Rob Williams con un istruttore accreditato. Nel 2016 si iscrive presso l’Universit‡ Politecnica delle Marche al Master biennale  internazionale  in Nutrizione e Dietetica  di II livello.

PROGRAMMA:
1.    Il cancro: epidemiologia ,iniziazione ,promozione e progressione .
2.    Prevenzione primaria : corretto stile di vita e corretta alimentazione, la vitamina D.
3.    Lo stress.
4.    MBSR.
5.    Il sistema mente- corpo visione Newtoniana meccanicistica e  la fisica quantistica.
6.    Mente conscia e subconscio.
7.      La Psiconeuroendocrinoimmunologia.
8.    Psych-kÆ.
9.      L’approccio odontoiatrico al paziente oncologico.
10.     Le mucositi da chemioterapici e da radioterapia: linee guida per il trattamento
11.     Il colostro
12.   Conclusioni
I rimedi floreali del dott. Bach e la loro utilit‡ in odontoiatria

Il dott. Bach e la ricerca dell’autoguarigione;
Il metodo dei 38 rimedi floreali;
Utilità in odontoiatria;
Preparazione delle miscele.

Periodo

dal sabato, 21 gennaio 2017 – 09:00
al sabato, 21 gennaio 2017 – 18:00

Presso

PALAZZO DE CANDIA

VIA GENOVESI

CAGLIARI